Home / DJ NOMINATION: ALESSANDRO SARSANO

    DJ NOMINATION: ALESSANDRO SARSANO

    INTERVISTA AD ALESSANDRO SARSANO

    Cosa ti piace della tua professione?
    Vedere la gente che hai davanti trovarsi a proprio agio con la musica che proponi, di quella non commerciale.
    Ho scelto questa professione proprio per la mia passione di guardare la gente che da libero sfogo al proprio se stessa, uno sfogo vero, non condizionato, senza stereoipi. Amo l’atmosfera che nasce dal connubio tra musica e dancefloor, è un “dare e avere”. E’ un vortice che aumenta: più la gente si diverte, più mi carico, e così via.

    Cosa non ti piace della tua professione?
    Purtroppo oggi il dj è diventato una rockstar che partecipa ai festival a cache altissimi. Ovvio, a chi non piace la popolarità e il denaro? Penso però che un certo tipo di musica sia nata per i club e debba rimanere li. Oggi è il marketing a farla da padrone, il giorno prima non sei nessuno e il giorno dopo ti risvegli con 1000000000 di followers e con tutto quello che ne consegue. Il sono per il dj tradizionale, quello che viene apprezzato perchè rimane un tramite tra la musica e lo stato emozionale della gente.

    La cosa più difficile per un dj?
    La cosa più difficile è senza dubbio capire il Dance floor. Oggi ti ritrovi davanti gente molto più preparata di quella di ieri, l’impegno per stupire il tuo pubblico è sicuramente superiore anche se mi affascina sempre farlo con il disco appena uscito, il promo. Oggi la tecnologia ci permette di fare migliaia di cose però ci vuole sempre grande impegno nel capire le cose, il dj in fin dei conti suona per la gente non per sé stesso.

    Cosa è cambiato nel tempo?
    Al di là della tecnologia, alla quale secondo me bisogna lasciare il giusto spazio, è cambiata la “realtà sociale” che i ragazzi trovano nei club (non li chiamo clubbers perché a me non piace dare etichette ). Oggi all interno di un club vedi delle suddivisioni: quello ricco al tavolo, il finto ricco attorno al tavolo del ricco vero (che si vanta però di quanto stia spendendo il suo amico) e poi la pista con tutti gli altri. Più il tavolo sta in alto e più è importante, tutto è diviso per livelli. Una volta non era così, niente tavoli, niente classismo, niente finzioni…tutti in pista per un unico scopo: .divertirsi ballare e conoscersi!

    Che consigli daresti a chi inizia?
    Il consiglio che darei a chi inizia e quello di ascoltare tanta musica, nuova e vecchia, di fare ciò che realmente si ama, senza nessuna restrizione.
    L’importante è metterci sempre cuore e anima.

    DJ NOMINATION
    Cinque semplici domande poste ad un deejay.
    Al termine dell’intervista lui stesso decide chi nominare stabilendo quindi chi sarà il prossimo dj.
    Vedi tutto il percorso della dj nomination oppure l’elenco completo dei migliori deejay

    ALESSANDRO SARSANO
     è stato nominato da OLIVER
    Nomina per la prossima intervista JOSE DE DIVINA